Erogatori acqua microfiltrata
Introduzione    
I distributori di acqua microfiltrata sono offerti come un’alternativa all’acqua minerale in bottiglia ed il loro numero sta crescendo negli ultimi anni sia nelle residenze private sia nei luoghi pubblici (uffici, ristoranti, mense, ospedali).
L’utilizzo di questi dispositivi rende possibile l’eliminazione di alcuni inconvenienti, logistici e di impatto ambientale, associati con l’acqua in bottiglia quali il trasporto, il deposito e lo smaltimento delle bottiglie di plastica.
 
ozio_gallery_jgallery
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura
Dettagli
 
I sistemi automatizzati self-service di acqua microfiltrata sono collegati direttamente alla rete idrica e possono erogare acqua naturale o gassata, a temperatura ambiente o refrigerata.
Il
trattamento microfiltrante è effettuato immediatamente prima che l’acqua sia erogata. In commercio esistono molteplici sistemi di filtrazione, i più comuni sono costituiti da carbone attivo in polvere piuttosto che in scaglie o estruso, che esercita una filtrazione fisica: l’acqua entra all’interno del sistema filtrante con un moto turbolento così che la massa filtrante viene fatta fluttuare insieme all’acqua.
Prima dell’uscita, l’acqua viene separata dal materiale
filtrante mediante una membrana a soffietto in fibre di polietilene calandrate a caldo con una capacità filtrante inferiore a 0,5 μm. Sovente i filtri semplici a carbone attivo sono arricchiti con sostanze ad azione battericida/batteriostatica come ioni argento, oppure sono associati a lampade UV. Tuttavia queste attrezzature possono essere responsabili di problemi in materia di igiene e salute pubblica qualora la manutenzione ordinaria e straordinaria si rivelino inadeguate oppure a causa di un decremento dell’uso, con lunghi periodi di inutilizzo.